Ti trovi qui:Home»FAQ»Faq Bando di valutazione ex ante PSR Basilicata 2014/2020
Errore
  • Errore nel caricamento dei dati del feed
Venerdì, 22 Novembre 2013 11:26

Faq Bando di valutazione ex ante PSR Basilicata 2014/2020

RISPOSTE ALLE FAQ BANDO DI VALUTAZIONE EX ANTE PSR BASILICATA 2014/2020

D: nel modello 1 allegato F4 "Domanda di partecipazione per RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO DI IMPRESA", la prima parte da compilare va firmata solo dalla Mandataria del RTI, specificando i nominativi dei mandanti oppure va firmata dal raggruppamento temporaneo d'impresa (mandataria e mandanti) che partecipa alla gara?

R: Tutti i componenti del RTI devono sottoscrivere il modulo "allegato F4" anche se la Mandataria, per conto delle imprese raggruppate, chiede la partecipazione alla gara.

D: In riferimento al posticipo data apertura delle offerte prevista per il 04.02.2014, il disciplinare di gara "articolo 11" riporta la stessa data. Potrebbe essere un refuso? Si può confermare la data esatta di apertura offerte?
R: Con avviso pubblicato sulla GURI 5° Serie Speciale – Contratti Pubblici n. 132 del 11-11-2013 è stato comunicato che la seduta pubblica relativa all'apertura delle offerte veniva posticipata al giorno 04.02.2014, ciò in riferimento alla data indicata nel bando pubblicato sulla GURI 5° Serie Speciale – Contratti Pubblici n. 131 del 08-11-2013.
Il Disciplinare scaricabile dal sito www.basilicatapsr.it è stato pertanto aggiornato a seguito della pubblicazione del suddetto avviso.
Si conferma pertanto, che al momento la seduta pubblica relativa all'apertura delle offerte è prevista per il 04.02.2014.

D: in riferimento all'affermazione riportata a pagina 11 del capitolato d'oneri e relativa alle modalità di organizzazione del gruppo di lavoro, che cosa specificatamente si intende con "la disponibilità presso l'Autorità di Gestione del PSR di uno o più componenti il gruppo di lavoro". Si intende che per tutta la durata del servizio l'aggiudicatario dovrà garantire una presenza fissa presso l'amministrazione di una o più persone, oppure che tali professionalità dovranno assicurare la propria disponibilità ma non la presenza fissa all'interno della Regione?
R: Occorre tener presente quanto stabilito ai punti 3 e 4 dell'allegato B "documento di progettazione". In particolare il punto 4 "MODALITA' DI EROGAZIONE DEI SERVIZI RICHIESTI E COMPOSIZIONE DEL GRUPPO DI LAVORO" recita:
"Nel proporre le modalità di organizzazione del gruppo di lavoro, il valutatore dovrà garantire:
- la presenza presso l'Autorità di Gestione del PSR di uno o più componenti il gruppo di lavoro,
- la piena disponibilità dei componenti del gruppo di lavoro allo svolgimento di riunioni in Italia e all'Estero;
- la partecipazione dei componenti del gruppo di lavoro a riunioni, convegni, seminari, attività di diffusione nell'ambito delle azioni di comunicazione del PSR".

D: "Con riferimento al Punto 13) "Soggetti ammessi a partecipare" dell'Allegato A - "Bando di gara", le Università Statali possano configurarsi quali soggetti ammissibili?
R: L'art. 34 del D.Lgs. 163/2006 definisce i soggetti a cui possono essere affidati i contratti pubblici. Le Università statali non sono ricomprese in detto novero. Giova, a tal proposito, consultare la deliberazione n. 119 del 18.04.2007 dell'Autorità di Vigilanza sui Contratti pubblici di Lavori, Servizi e Forniture.

D: Nel Disciplinare della Gara - in relazione ai requisiti di capacità tecnico professionale – si specifica che il requisito di fatturato specifico per servizi analoghi deve essere pari a Euro 200.000,00. In caso di RTI o Consorzio, il fatturato specifico per servizi analoghi deve essere soddisfatto dal Consorzio o Raggruppamento nel suo complesso.
Si chiede di specificare se tutti i membri dell'RTI devono comunque possedere il requisito di fatturato specifico. In caso di risposta affermativa in che percentuale. (Ad esempio RTI di due Enti/Organismi: è possibile che il primo possegga 100% di requisito di fattura specifico ed il secondo 0% ?)
R: Il punto c2 del disciplinare di gara precisa che al precedente punto 5.10 – requisiti di capacità tecnico-professionale – questi devono essere posseduti dal consorzio e dai consorziati secondo quanto previsto agli artt. 35 del Codice dei Contratti e 277 del DPR del 5 ottobre 2010, n. 207. Relativamente ad altri soggetti di cui all'art. 34, comma 1, lettere d), e), f), e f-bis) del Codice, non avendo il bando previsto le misure in cui i requisiti tecnico-professionali devono essere posseduti dai singoli concorrenti partecipanti, vale la costante giurisprudenza secondo cui i requisiti di capacità tecnica ed economica devono essere posseduti da ciascuna impresa riunita quanto meno in misura minima giuridicamente apprezzabile. Resta fermo quanto stabilito all'art. 275, comma 2, del DPR del 5 ottobre 2010, n. 207: "La mandataria in ogni caso deve possedere i requisiti ed eseguire le prestazioni in misura maggioritaria".


D: Riguardo al modello 1, ovvero la domanda di partecipazione, se si parla di RTI non ancora costituito, a quale allegato bisogna far riferimento? All'allegato F4?
R: Il comma 8 dell'art. 37 del D. Lgs. 163/2006 stabilisce: "E' consentita la presentazione di offerte da parte dei soggetti di cui all'articolo 34, comma 1, lettere d) ed e), anche se non ancora costituiti". Lo stesso art. 34, comma 1, lettera d) usa il termine "costituiti", stabilendo altresì che: "si applicano al riguardo le disposizioni dell'articolo 37". E' evidente pertanto che il Modello F4 risulta conforme ai suddetti dettati normativi ed è il modello da compilare anche nel caso di costituendi RTI.


D: Si fa riferimento alle risposte pubblicate nelle Faq, in particolare alla risposta al terzo quesito che riguarda la messa a disposizione presso l'Autorità di Gestione del PSR di uno o più componenti il gruppo di lavoro. A riguardo si chiede di ottenere un ulteriore chiarimento che vada oltre la mera letterale riproposizione di quanto riportato ai punti 3 e 4 dell'allegato B "documento di progettazione". L'indispensabile chiarimento dovrebbe specificare se tale messa a disposizione è correttamente da intendersi nella forma di periodiche, brevi permanenze associate alle attività valutative, conformi alle esigenze dell'Amministrazione, o se invece si tratti di garantire una prevalenza di giornate lavorative continuative presso la sede dell'AdG. Ove ricorresse questa seconda ipotesi, si chiede di precisare la finalità di tale presenza presso l'Autorità di Gestione di una o più componenti del gruppo di lavoro, trattandosi di una previsione solitamente appropriata per servizi di assistenza tecnica ma non per attività di valutazione.
R: La presenza presso l'Autorità di Gestione di uno o più componenti il gruppo di lavoro– indicata al punto 4. MODALITA' DI EROGAZIONE DEI SERVIZI RICHIESTI E COMPOSIZIONE DEL GRUPPO DI LAVORO dell'allegato B - deve intendersi continuativa, al fine di facilitare l'espletamento delle attività di valutazione previste dal bando.


D: In riferimento all'affermazione riportata a pagina 11 del capitolato d'oneri e relativa alle modalità di organizzazione del gruppo di lavoro, che cosa specificatamente si intende con "la disponibilità presso l'Autorità di Gestione del PSR di uno o più componenti il gruppo di lavoro". E' da intendersi che per tutta la durata del servizio l'aggiudicatario dovrà garantire una presenza fissa presso l'amministrazione di una o più persone, oppure che tali professionalità dovranno assicurare la propria disponibilità ma non la presenza fissa all'interno della Regione?
R: L'aggiudicatario dovrà garantire una presenza fissa presso l'Autorità di Gestione di una o più componenti il gruppo di lavoro. Si consiglia altresì di prendere visione delle precedenti faq pubblicate.


D: La garanzia a corredo dell'offerta deve essere pari al 2% dell'importo a base di gara Euro 150.000,00 IVA esclusa. Nel disciplinare viene riportato l'importo della fidejussione di Euro 4.000,00 - il 2% dell'importo a base d'asta euro 150.000,00 è pari a 3.000,00, nel disciplinare risulta errato l'importo. Si prega di confermare l'importo esatto per preparare la fidejussione.
R: Si tratta di un refuso presente al punto 8 lettera A del Disciplinare di gara. L'importo da considerare per la fidejussione è pari a € 3.000,00.

D: Con riferimento al par. 9.2 del Disciplinare di gara, in particolare in merito ai Curricula Vitae che "[...] dovranno riportare, tra le altre cose, le esperienze lavorative pregresse, evidenziandone contesto, ruolo, dimensione economica e durata [...]", cosa si intende per dimensione economica? In quale parte del Modello di Curriculum (cfr. Allegato L) dovrà essere indicata?
R: Per dimensione economica si intende l'ammontare economico complessivo della prestazione connessa all'esperienza professionale da descrivere. E' possibile adeguare il modello di curriculum "Allegato L" inserito nella documentazione del bando aggiungendo ulteriori righe/spazi al fine di inserire le informazioni richieste al punto 9.2 del Disciplinare di Gara.

D: Nel disciplinare della gara è prescritto che l'offerta economica sia "predisposta obbligatoriamente secondo il Modello n. 5 e riportare a pena di esclusione tutti gli elementi in esso indicati". Tuttavia in tale Modello n. 5 come importo posto a base di gara viene indicato l'ammontare di Euro 200.000, in luogo di quello previsto dal bando di gara, pari a Euro 150.000. Si chiede se è possibile modificare in tal senso il contenuto del suddetto Modello n. 5.
R: Poiché l'importo a base di gara prevista dal bando, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale Italiana 5a Serie Speciale - Contratti Pubblici n. 131 dell'8.11.2013, è pari a € 150.000,00, l'importo riportato nell'Allegato H "Dichiarazione di offerta economica" è da considerarsi un refuso modificabile in sede di presentazione dell'offerta.

 

 

Letto 8346 volte
AddThis Social Bookmark Button
euspacer1 regbasspacer2repubblicaita

To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information